Diventa socio
Sostieni la nostra attivitą Contatti

 

Cerca per parola chiave
 

 

Autori

 

Ci sono 1791 persone collegate

 

\\ Home Page articoli : Articolo
Strauss Kahn: un complotto?
Di Caius - 21/05/2011 - Attualitą - 925 visite - 0 commenti

Strauss Kahn non è un uomo che mi piace. Sinceramente non riesco a rattristarmi per la sua vicenda. Solo mi chiedo: è vera?

Mi spiego, Paul Wolfowitz, ebreo americano, presidente della Banca Mondiale dal 1 giugno 2005 al 30 giugno 2007,  "fu costretto a dimettersi dopo essere stato accusato di avere accordato un aumento di stipendio alla sua compagna, anche propria dipendente". Una vicenda di amanti, insomma, almeno apparentemente.

Sembra che dietro, in aggiunta, ci fossero gli europei in una faida contro gli americani, visto che il W. era uno dei falchi nelle guerre degli Usa che gli europei, soprattutto i francesi, hanno subito contro voglia, essendo Chirac avverso per esempio alla guerra in Iraq.

Ora succede qualcosa di simile a parti inverse. Non che Strauss Kahn, ebreo francese con ascendenze tedesche, sia nuovo a queste prodezze...

Scrive Marcello Foa:

"Nella Parigi che conta tutti sapevano che Dominique Strauss-Kahn era sessualmente molto disinvolto. Anzi, ossessionato dal sesso. Nei salotti si sussurrava, ammiccando, della sua assidua frequentazione di club scambisti e orgiastici, anche estremi. Tutti sapevano che, anche di giorno nell’esercizio delle sue funzioni, non sapeva resistere di fronte a una bella donna: allungava le mani e faceva, su due piedi, proteste oscene. Al Fondo monetario internazionale ha portato a letto la moglie di uno suo dipendente, la cosa si venne a sapere e Dominique la fece franca per un soffio.

Ma di tutto questo l’opinione pubblica francese non era al corrente. Con ipocrisia tipica della Francia, certe notizie non escono mai dalla cerchia salottiera. I giornalisti sanno tutto, nessuno scrive niente. Fu così con Mitterrand, che aveva una figlia segreta, con Giscard e Chirac, predatori seriali.

La Francia che negli ultimi due anni si è scandalizzata per i Bunga Bunga di Berlusconi, non ha scritto una riga su Strauss-Kahn, benché, contrariamente a i suoi predecessori, non si limitasse ad avere della amanti, ma praticasse sesso estremo e fosse un progressista.  la sinistra che si è sempre battuta per la parità dei sessi e il rispetto della donna, accordava a Strauss-Khan, come a tutti i potenti, uno straordinario salvacondotto di chiaro stampo omertoso.."

Epperò, forse, oltre a questo vi erano certe sue iniziative del FMI che non piacevano agli Usa...

Che qualcuno abbia semplicemente sfruttato il lato debole di Strauss Kahn, aspettando il momento per coglierlo in fallo?

Alcune modalità del presunto stupro ( il banchiere avrebbe costretto la malcapitata nientemeno che al sesso orale..ma come si fa a "costringere" sino a tal punto, senza prendersi un morsetto poco piacevole?) potrebbero far sorgere qualche, piccolo, sospetto...

 
Nessun commento trovato.

I commenti sono disabilitati.