Diventa socio
Sostieni la nostra attivitą Contatti

 

Cerca per parola chiave
 

 

Autori

 

Ci sono 1811 persone collegate

 

\\ Home Page articoli : Articolo
Nove, interminabili ore
Di Giuliano Guzzo - 18/04/2011 - Attualitą - 834 visite - 0 commenti

Sessantaquattro anni fa si erano promessi amore eterno, e così è stato. Per questo meraviglia fino a un certo punto scoprire che, appena nove ore dopo la morte di lei, è mancato lui. Antonio e Bertilla Meneguzzo, infatti, erano una coppia vera, di quelle di una volta: lui operaio, lei casalinga, si sposarono il 19 aprile 1947 e da allora condivisero tutto, dalla fatica del vivere all’amore per i cinque figli. I quali, più che rattristarsi per la morte dei genitori, si sono detti colpiti dalla forza della loro unione. Daniela, una delle figlie, ammette: «Quello che ci ha fatto pensare molto in questi giorni di sofferenza è stato vedere la loro unione. Anche lontani, uno in ospedale e l’altra a casa, anche in condizioni molto difficili, parevano essere in simbiosi. Non potevano che lasciarci assieme, perché erano sempre vissuti l’uno a fianco dell’altra».

Ora, è davvero difficile, anche per chi non li hai mai conosciuti, non pensare con commozione all’amore vissuto da Antonio e Bertilla. Un amore talmente profondo che, dopo aver attraversato la vita, ha scavalcato persino la morte. Certo, in sessantaquattro anni saranno indubbiamente emerse – sarebbe assurdo il contrario – difficoltà, liti e la tentazione di mandarsi a quel paese. Ma alla fine la voglia di stare insieme, e soprattutto la consapevolezza di essere uno parte dell’altro e viceversa, è stata più grande. Talmente grande che Antonio, morta Bertilla, non ha saputo resistere nemmeno un giorno. Così lunedì scorso stati seppelliti a Maddalene, di dov’erano originari, nello stesso cimitero, insieme come hanno vissuto per sessantaquattro anni. Cercandosi sempre, fino all’ultimo. Perché chi, come Antonio, ama davvero, non può stare solo troppo a lungo; ha bisogno di sapere che la persona amata c’è e che sta bene. E se non c’è, deve raggiungerla. Ovunque sia.

 
Nessun commento trovato.

I commenti sono disabilitati.