L'attesa per l'unico Salvatore
Di Giuliano Guzzo (del 10/11/2011 @ 09:59:01, in Attualitą, linkato 1154 volte)

Come mai tanta fretta di salvarci? Voglio dire, i problemi ci sono, eccome. Ma siamo ancora in tempo. Perfettamente in tempo. Anzi, addirittura anticipo. Infatti, anche se molti sembrano esserselo dimenticato, la vera svolta per l’Italia e per il mondo, la vera occasione per annientare ogni crisi, insomma l’arrivo del vero e unico Salvatore non sarà prima di fine dicembre. E non sarà senatore, ma Signore a vita; non verrà per governare, ma per servire il mondo; non per mettere in croce i disonesti, ma per farsi crocifiggere dagli onesti; non sarà tra noi fino alle prossime elezioni, ma «fino alla fine del mondo» (Mt. 28, 20). Ma il tutto però non avverrà, come abbiamo detto, prima di fine dicembre. Perché, allora, tanta fretta di salvarci? Giuseppe e Maria sono ancora per strada; c’è ancora tempo.